Trouvez une pharmacie partenaire
près de chez vous

Il forno a Microonde e la nutrizione

Usate il forno a microonde per scadare i vostri cibi in modo regolare? Questo è il metodo migliore!
Oggi, gli esperti Lineavi vi spiegheranno gli effetti che I diversi metodi di cucinare e scalfdare hanno sui cibi.

Il microonde, il metodo migliore?

Cucinare in generale ha effetti complessi sui nutrient dei nostril cibi. Ogni metodo di cottura e riscaldamento puo´distruggere le vitamine e gli altri nutrienti. Le variabili rilevanti in questo processo sono l intensita´del calore, il tempo di cottura e il contatto con l ácqua.
Bollire le verdure e´ il Sistema con piu effetti negativi. Infatti i nutrienti contenuti nei cibi, sono particolarmente solubili in acqua. Le vitamine B,C l´acido folico, la biotina e lacido pantotenico´sono assorbite dall acqua, che poi se le porta via quando evapora.
Uno studio intensivo sui vari metodi di cottura svolti su 20 tipi di verdure e le loro capacita´antiossidanti ha rivelato che l´acqua non e´l elemento migliore nel quale preparare le verdure. Il forno a microonde ha effetti meno negativi sulla perdita dei nutrienti, e quindi e meglio della casseruola o degli altri bollitori per cibo.

Dunque e´vero che il microonde e il Sistema miglire per cucinare in termini di preservazione dei nutrienti.
Altri studi mostrano che vi e solo una minima Perdita dei nutrient se si cucina nel microonde senza aggiungere acqua. Il vantaggio e che il tempo di cottura si riduce. Semplicemente non aggiungere acqua ale verdure quando le si cucina col microonde.
In alcuni casi i nutrienti di alcuni cibi sono aumentati come esempio il licopene nei pomodori o il livello di carotenoidi nelle carote, entrambi forti antiossidanti.

Che cos’è la Biodisponibilita´?
E´ anche importante sapere che cosa possiamo assorbire dai nostri cibi in teremini di nutrienti durante la digestione. Il maggior vantaggio nel cuocere i cibi è che questo indebolisce i muri delle cellule e rompe le proteine in modo tale che siano piu facili da digestire. Questo ci permette di assimilare un numero maggiore di nutrienti.
Infatti, studi mostrano che cuocrere I broccoli per esempio, aumenta la biodisponibilità di alcuni nutrienti. La chiave è che questa cucina è complessa ma ha effetti molto positivi sul ammontare di nutrenti che guadagniamo mentre cucianiamo, e il microonde è uno dei sistemi migliori in termini di contnuto di nutrienti.
E´importatne sapere che non bisogna riscldare il cibo con qualsiasi metodo in contenitori di plastic che non siano stati costuti appositamente per il microonde. Meglio mettere il cibo in contenitori di ceramica o vetro.

Possono le radiazioni del microonde rompere i legami molecolari?
Considerate che le radiazioni del microonde sono radiazioni non ionizate, quindi non abbastanza forti da rompere I legami molecolari. Il microonde puo´scaldare l acqua, compresa quella nei nostri corpi. Questo puo avere effetti biologici.
Per questo I microonde sono protetti. Il consiglio miglire e quello di non usare forni a microonde vecchi o malfunzionanti. Non stare davanti al microonde quando e´in funzione. Le radiazioni decrescono rapidamente con la distanza, quindi restare a 1-2 metri, cosi che alcunaradiazione possa essere nociva.

Quando si preparano I pasti durante il regime Lineavi, usare il microonde puo essere di aiuto. E´veloce, conveniente e ha effetti positivi sulla vostra alimentazione.

Per il vostro benessere
Juliane
La vostra nutrizionista Lineavi







Jiménez-Monreal AM, García-Diz L, Miartinez-Tomé M, Mariscal M, Murcia MA: Influence of cooking methods on antioxidant activity of vegetables. Journal of Food Science. 74 (3): H97-H103. 2009

Vallejo F, Thomás-Barberán FA, Garcia-Viguera C: Phenolic compound contencs in edible parts of broccoli inflourescenes after domestic cooking. Journal of the Science of Food and Agriculture. Vol 83 (14): 1511-1516. 2003

Dewanto V, Wu X, Adom KK, Liu RH: Thermal Processing Enhances the Nutritional Value of Tomatoes by Increasing Total Antioxidant Activity. Journal of Agricultural and Food Chemistry. 50 (10): 3010-3014. 2002

Livny O, Reifen R, Levy I, Madar Z, Faulks R, Southon S, Schwartz B: Beta-carotene bioavailability from differently processed carrot meals in human ileostomy volunteers. European Journal of Nutrition. 42 (6): 338-45. 2003

Miglio C, Chiavaro E, Visconti A, Fogliano V, Pellegrini N: Effects of different cooking methods on nutritional and physiochemical characteristics of selected vegetables. Journal of Agricultural and Food Chemistry. 56 (1): 139-47. 2008